Ansia psicologo psicoterapeuta Padova

L’ansia è un componente centrale nella vita di ciascuno, ed è, in qualche misura, un’esperienza quotidiana.

È un fenomeno caratterizzato da fattori:

  • mentali: un vasto repertorio di sensazioni di paura e disagio, che va dal dalla sensazione di fastidio, all’irrequietezza, fino al terrore.
  • corporei: tachicardia, oppressione, respirazione accellerata, tremore, estremità fredde, sudorazione aumentata, bocca secca.

L’ansia può presentarsi in concomitanza a situazioni facilmente identificabili dal soggetto stesso come fonte di disagio (es: vicissitudini sentimentali, difficoltà sul lavoro, visita medica, esame universitario…), ma può anche comparire (apparentemente) “dal nulla“, in modo cioè imprevisto.

Le diverse forme assunte dall’ansia sono legate ai diversi strumenti psicologici che ciascuno ha appreso ad utilizzare per affrontare le situazioni di vita.
Questo apprendimento non riguarda esclusivamente ciò che viene insegnato dalle persone importanti della propria vita (genitori, amici, insegnanti…), ma anche il significato personale che ciascuno ha, nel corso della propria vita, imparato ad attribuire alle diverse situazioni che ha incontrato o anche solo immaginato.

Questo vuol dire che non si prova ansia solo a contatto con quello che si ha imparato a temere, come un cane dall’aspetto feroce o qualcuno dall’aria sospetta, ma anche con quelle cose che sembrerebbero oggettivamente innocue o indifferenti ma che risultano invece preoccupanti.

Si tratta, inoltre, di strumenti che agiscono automaticamente, senza l’intervento attivo e consapevole di chi li utilizza.

Ciascuno è caratterizzato da una configurazione personale specifica che lo porta a sviluppare ansia rispetto a certe situazioni di vita e tematiche.

Una situazione vissuta o immaginata, viene sempre passata al vaglio della sensibilità personale. Ogni situazione di vita, cioè, viene vissuta per le sue caratteristiche oggettive e per le caratteristiche soggettive legate dipende dalla storia personale, dalla sensibilità, dalla costituzione e dalla situazione attuale di ciascuno.

I vari gradi di intensità della risposta soggettiva ad una situazione sono legati all’intensità con cui viene percepita, cioè alla sua tollerabilità da parte di una persona.

Se una persona vive una situazione ansiogena come tollerabile, l’ansia percepita è gestibile e diviene una risorsa al servizio di chi la prova, mettendolo in guardia contro i pericoli del mondo. Se una situazione ansiogena è vissuta come intollerabile, allora l’ansia prende il sopravvento ed inizia a condizionare la vita di chi la subisce.

Il fatto è che la percezione e la reazione all’ansia siano processi automatici e in larga parte inconsapevoli. Possono essere, cioè

  • una risorsa: un automatismo permette di risolvere presto e bene una situazione categorizzandola come pericolosa per sé e muovendosi di conseguenza.
  • un ostacolo: se troppi aspetti della vita sono spontaneamente percepiti come pericolosi, dannosi o spaventosi, viene sbarrato l’accesso a molte aree della vita personale che sarebbe legittimo aspettarsi fossero invece disponibili ad essere vissute pienamente. La vita di relazione, il lavoro, il piacere; in breve: fare quello che si desidera quando si desidera.

 

Come ci occupiamo della cura dell’ansia?

Il trattamento di una situazione in cui l’ansia diventa invadente al punto da condizionare la vita di una persona passa per la necessità di comprendere quali siano gli eventi interessati da questa forte ansia, quali aspetti di questi eventi suscitino la reazione dolorosa per la persona interessata e in che modo possono essere ritrasformati in una risorsa per lei.

Il passaggio fondamentale è comprendere cosa abbia portato qualcuno a sentire come dannose cose e situazioni della vita che non vorrebbe fossero fonte di affanno, e come questo riguarda la storia, le relazioni e le emozioni della persona ansiosa. Questo permette a trasformare quella parte di sé che ha creato sofferenza in una parte di sé nota e più docile.

Si tratta, insomma, di trasformare qualcosa che ha reso la propria vita molto peggiore, in qualcosa che la renda sicuramente migliore.

 

A noi interessa trasformare le situazioni di sofferenza in occasioni per migliorare la qualità di vita. Non solo desideriamo lavorare con il paziente per far scomparire i sintomi dell’ansia, ma vogliamo soprattutto aiutarlo a rimpossessarsi delle energie che l’ansia sottrae e metterle al servizio dei suoi desideri.

 

Per entrare più nel dettaglio:

Perché sceglierci?

Le difficoltà possono diventare occasioni di miglioramento della propria vita.

Noi ci impegnamo a trattarle con l'attenzione e il rispetto che meritano col rispetto che merita l'unicità della persona che le porta.

 

Chiedi informazioni

Attenzione

Ci interessa soprattutto il paziente nella sua unicità

Competenza

Siamo professionisti con competenze specifiche che si integrano

Professionalità

Coltiviamo con dedizione pratiche professionali di qualità

Presa in Carico

Ci occupiamo anche di situazioni di alto grado di complessità