Depressione psicologo psicoterapeuta Padova

Depressione” è una parola che viene abitualmente riferita ad un insieme molto vasto di manifestazioni.

Uno dei motivi di questa complessità è che l’uso di questa parola non è esclusivo dello psicologo, ma anche diffuso nella vita quotidiana.

Per dare una definizione alla depressione bisogna pensare a diversi aspetti:

  • Una profonda tristezza o una sensazione di vuoto, un’incapacità di entrare in contatto con le persone vicine sono alcuni aspetti caratteristici di alcuni modi di sentirsi depresso; ma anche l’apatia, la spossatezza, la sensazione di inutilità e disperazione, la rabbia, una sensazione di nervosismo persistente.
  • Il senso di colpa caratterizza buona parte dell’esperienza quotidiana, inibisce nei progetti e costituisce un serio impedimento alla propria felicità e realizzazione.
  • Possono essere disturbate funzioni vitali fondamentali come il sonno, l’appetito, la concentrazione.
  • Possono essere presenti pensieri negativi invadenti, pensieri di suicidio e la ricerca di un alleviamento della sofferenza mediante assunzione di alcool o sostanze, o mediante la messa in atto di condotte pericolose.
  • La cura di sé viene diventa una preoccupazione secondaria o una fonte di fastidio e sofferenza.

Queste sono esperienze che possono caratterizzare alcuni momenti della vita di una persona, soprattutto momenti in cui succede qualcosa di emotivamente gravoso (un lutto, ma anche un fallimento lavorativo o la fine di un rapporto sentimentale importante).

 

Capire di più della depressione.

Per alcune persone, si tratta di esperienze che diventano invadenti e difficili da arginare; esperienze che caratterizzano una buona parte dell’esperienza quotidiana. Non si tratta più di qualcosa di passeggero, ma di quelli che possiamo chiamare sintomi della depressione.

In certi casi, la depressione si manifesta perfino come qualcosa di utile: la sua comparsa può segnalare un momento di presa di coscienza di un cambiamento che è avvenuto nella vita di una persona e il necessario abbandono di qualcosa di sé. In questo caso, testimonia un’evoluzione della persona che lo sperimenta.

La depressione rappresenta invece un problema  quando compromette la vita di chi la sperimenta, e la spinge verso un arresto, piuttosto che un’evoluzione. In questo caso, le possibilità di evoluzione sono compromesse: la depressione si manifesta dove c’è un’esperienza di perdita dolorosa e che appare inevitabile a chi la sperimenta.

Non a caso, gli episodi che in alcune persone possono risultare ostici ma essere superati (es: lutto), sono gli stessi che in altri possono dare il via allo scatenarsi della depressione, che si prende la scena e inizia a permeare sempre di più la vita quotidiana.

Tutto inizia ad essere letto in chiave depressiva.

Non sempre la depressione da qualcosa di chiaramente identificabile da parte di chi lo vive (un lutto, la fine di una relazione importante o una delusione lavorativa). Molto spesso la depressione sembra arrivare “dal nulla“.

Non è ha nemmeno le stesse caratteristiche per tutti è la stessa cosa: alcune persone possono tendere a ritirarsi in casa e a trascurarsi, altre possono sentire di non avere la voglia e le energie per coltivare un rapporto con gli altri, può essere ansiosa, può essere mascherata (manifestandosi prevalentemente attraverso sintomi fisici). La depressione maschile può essere diversa da quella femminile, quella dell’adulto è diversa da quella dell’adolescente.

Sia che si capisca da dove potrebbe essere nata, sia che questo non sia immediatamente comprensibile, la depressione è specchio di una perdita talmente intima da non poter essere facilmente riconosciuta come tale, ma solo vissuta nei suoi dolorosi effetti.

È proprio da questo che parte una persona che inizia a pensare di essere depressa: sta male e non vuole più stare male.

 

Come ci occupiamo della cura della depressione? Psicoterapia della depressione.

La psicoterapia della depressione richiede di comprendere assieme alla persona sofferente cosa abbia ha creato quel buco nella sua esperienza che drena le forze e limita le possibilità di avere una vita soddisfacente.

La depressione ha un significato specifico per la vita di chi la sperimenta. Da qui parte la cura.

Si tratta, dunque, di capire come sia possibile limitarne la forza negativa e bonificarne l’azione.

Se è vero che alcune situazioni della vita sono fonte di un forte dolore, è necessario fare in modo che questo dolore sia tollerabile per chi lo sperimenta, che possa lasciare liberi di vivere la propria vita e che divenga il più possibile uno stimolo a trovare delle anche fonti di piacere.

Rafforzare le proprie capacità di sopportare il dolore che la depressione porta con sé è uno de più importanti rimedi alla depressione.

Lo scopo della psicoterapia è di fare un passo ulteriore, però: la depressione può trasformarsi da un’esperienza fonte di dolore a qualcosa che può far crescere e far vivere appieno la propria vita.

Come psicologi, sappiamo che questa appaia una prospettiva molto distante, spesso, per chi desidera risolvere un problema di depressione.

Sappiamo anche, però, che è possibile.

 

 

Può essere importante entrare più nel dettaglio per capire che tipo di esperienza depressiva si sta vivendo: