Trauma psicologico psicologo psicoterapeuta Padova

Il trauma è un evento (o una serie di eventi ripetuti) che va oltre le possibilità di tolleranza di chi lo vive e che lascia dietro di sé delle conseguenze negative per la salute. Un evento può essere traumatico rispetto alla dimensione tempo (evento protratto) o all’entità (evento vissuto con molta intensità); nei casi peggiori ad entrambi.

Un trauma psicologico non produce solo una ferita, ma un effetto disorganizzante sull’equilibrio psicologico di chi lo subisce: la mente modifica ed esaspera il proprio funzionamento.

Abitualmente, la mente è dotata di grande plasticità e affronta le difficoltà trovando delle soluzioni, in modo soprattutto automatico e inconsapevole. Un esempio: chi subisce un lutto può vivere un periodo, anche lungo, di ritiro e prevalenza di sentimenti di perdita, ma, nel tempo è possibile assorbire il colpo e trovare le risorse per mettere da parte la tristezza per la maggior parte del tempo e ritrovare il desiderio di trovare piacere nelle relazioni, di perseguire i propri scopi e così via.

Quando un evento come un lutto è vissuto come trauma psicologico, invece, questo evento diventa un punto di riferimento costante di gran parte della vita di chi l’ha subìto.

L’impatto dell’evento è avvertito come qualcosa di così forte che alla persona è impedito di assorbire il colpo e di trovare le risorse psicologiche per affrontarlo. Nel caso di un lutto vissuto come trauma, una persona può acquisire un’inconsapevole sfiducia nei confronti dei rapporti con gli altri, come temesse di fidarsi negli altri per via delle delusione ricevuta da chi l’ha abbandonato morendo.

L’effetto del trauma può essere così forte che il disequilibrio di cui è portatore finisce per avere un posto centrale nella mente, anche in modi molto invalidanti.

Dopo situazioni in cui una persona si è trovata in una condizione di passività psicologica (davanti ad abusi fisici o psicologici, ad esempio), la condizione di passività terrorizzata può invadere una porzione consistente della vita, e far avvertire situazioni apparentemente banali come una fonte di ansia e panico.

 

Come ci occupiamo della cura del trauma psicologico?

Lo scopo del lavoro sul trauma psicologico è di neutralizzarne la portata disorganizzatrice creando un nuovo equilibrio.

Questo equilibrio dovrà necessariamente essere nuovo: la persona traumatizzata verrà aiutata a ritrovare quelle risorse psichiche che le permettono di ricominciare a non essere sopraffatta ed esserne invece il più possibile padrona.

Perché questo sia possibile, è necessario ripercorrere assieme al clinico, con tatto, le situazioni di vita che hanno reso traumatico un evento e che gli hanno permesso di esercitare un’influenza costante anche sul presente.

Questo processo mette le basi perché sia possibile avvertire quella situazione come qualcosa che si è finalmente concluso.

A noi interessa trasformare le situazioni di sofferenza in occasioni per migliorare la qualità di vita. Un trauma può diventare una ferita chiusa, ma anche una risorsa. Può lasciare una persona rafforzata, orgogliosa degli sforzi compiuti e capace di affrontare il mondo a testa alta.

 

Per entrare più nel dettaglio:

Perché sceglierci?

Le difficoltà possono diventare occasioni di miglioramento della propria vita.

Noi ci impegnamo a trattarle con l'attenzione e il rispetto che meritano col rispetto che merita l'unicità della persona che le porta.

 

Chiedi informazioni

Attenzione

Ci interessa soprattutto il paziente nella sua unicità

Competenza

Siamo professionisti con competenze specifiche che si integrano

Professionalità

Coltiviamo con dedizione pratiche professionali di qualità

Presa in Carico

Ci occupiamo anche di situazioni di alto grado di complessità